POSTUROLOGIA E PODOLOGIA
  WHIPLASH INJURY
 
IL COLPO DI FRUSTA

Appunti dalla lezione dell'Osteopata francese dott. D'Aragnan Bernard

Il colpo di frusta è una informazione non integrata nel cervello che impedisce ogni correzione posturale. Una volta trattato osteopaticamente può recidivare.
La distorsione cervicale è a livello delle vertebre C5, C6,C7,  (Little John Osteopat inglese).
Durante un colpo di frusta vengono interessate le meningi: vengono cioè siderate e si ritraggono tra cranio e coccige creando delle aderenze tra la meninge stessa e le vertebre.
Dalla II cervicale e forame occipitale fino al coccige ( inserzioni ), la meninge scivola libera lungo la parete ossea (periostio).
Dopo un trauma (anche emotivo) avviene la siderazione.
Irritazione trigeminale o a livello di C2 le meningi si ritraggono. Avremo così una disarmonia di movimento tra occipite e sacro.
Il forame lacero-posteriore si restringe (tre nervi = IX - X - XI) e lo sternocleidomastoideo va in sofferenza, si retrae e chiude il forame = ipertono bilaterale.
Il riflesso nucale si ha grazie al nervo spinale (XI nervo cranico) che influenza tutto il tono muscolare del corpo. ( L'ipertensione crea disfunzioni).
Il corpo ha due schemi di base: arrotolamento e rotolamento.
Il corpo ha tre cinture: pelvica, scapolare, viso e zigomi (queste si aprono e si chiudono).
Schema corporeo: si parla del corpo somestesico termine più preciso di sistema propriocettivo che può essere compreso nel primo e che rappresenta solo una sensazione articolare e tendineo-muscolare. Lo schema corporeo comprende altri fattori come la cute, l'occlusione, etc...
Il corpo somestesico può avere informazioni bizzarre che non corrispondono alla realtà: dissociazione dell'informazione corticale tra il sensitivo e il corporeo.
In posturologia si ha una visione informazionale dell'individuo e non biomeccanica che può essere coerente o incoerente.
Funzione sistematica = causa - effetto
Neurofisiologia = funzione sistemica : per un effetto ci sono tante cause in funzione delle circostanze, cioè c'è sempre un'entrata psicologica.
Il dolore è in relazione solo all'anatomia funzionale e non alla struttura...
L'entrate posturali (piede, occhio, orecchio), sono solo dei meccanismi di regolazione e non di correzione.
La domanda che il posturologo si deve porre è: "Qual'è la migliore entrata?" (caso per caso).
 
   
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=